Diario di viaggio #7: i Radigan e il guasto

Stamattina siamo partiti con calma, ma anche con un buon anticipo, per raggiungere i Radigan a Elyria: una quarantina di miglia da Medina. Tutto liscio, dal tempo splendido alla navigazione. L’incontro presso l’American Legion è stato semplice ma commovente. La riconsegna delle due targhette perse nel 1944 da Richard Radigan si intrecciava con le storie di famiglia: il fratello nei paracadutisti incontrato in Italia, la morte improvvisa a 48 anni, i due figli che sono tornati a parlarsi dopo decenni per ricevere le medagliette tornate dal passato … Dopo una serie di foto e qualche battuta con una giornalista locale, l’incontro è finito. Ci siamo trovati un albergo, abbiamo scaricato i bagagli e abbiamo deciso di fare una puntatina in città con la Willys lasciando la Wrangler nel parcheggio. Forse abbiamo peccato di superbia. Sta di fatto che dopo un paio di miglia, in autostrada, il motore ha iniziato a tossicchiare e ci siamo trovati fermi. Il problema è senz’altro elettrico, ma finora non siamo riusciti a risolverlo neanche dopo aver riportato la Willys all’albergo. In compenso abbiamo incontrato tante brave persone che ci hanno aiutato: Pat che si è fermato per strada e ci ha aiutati a recuperare la Wrangler, Ray e Bill all’albergo che ci hanno prestato un caricabatterie e addirittura regalato una 6 volt di scorta e invitati a cena … Grazie a tutti! Ci avete reso più facile affrontare il problema. Domani speriamo di risolverlo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s